Lost & FOUND! Guests’ Leavings

Ooops! What’ve I dropped under this couch?

Ooops! What’ve I dropped under this couch?

A colleague writes from Kansas City, KS:

People leave stuff in hotels all the time. It’s impossible to tell whether they neglected to check their rooms before check-out, or if they ditched private and personal items on purpose. The guests who’ve forgotten something important and/or indispensable call or write to have their stuff returned, and we’re happy to do so. Those who left these pictures which I’ve amassed at work over the years and which I’m pleased to share with my favorite hospitality blog, might enjoy a secret thrill at the thought of who’ll find them. A chambermaid? A room service waitperson? The technician sent in to repair the closed-circuit television set? The guests who occupy their room next?

‘What will whoever sees these intimate, anonymous glimpses into our private lives think?’

The captions are figments of my imagination.

This glowing in-room sauna grille makes me forgetful.

This glowing in-room sauna grille makes me forgetful.

I don’t think we’re in Kansas anymore. There aren’t many nudist colonies there.

I don’t think we’re in Kansas anymore. There aren’t many nudist colonies there.

Honey! The bathroom mirror’s playing tricks on me again.

Honey! The bathroom mirror’s playing tricks on me again.

Bottoms up! Tops off!

Bottoms up! Tops off!

Here’s a cure for Closed-Circuit TV headache!

Here’s a cure for Closed-Circuit TV headache!

Honey! The planet’s warming up. Turn that darn air conditioning down.

Honey! The planet’s warming up. Turn that darn air conditioning down.

I  refuse  to get dressed for trips to the drinks dispenser in the hall.

I refuse to get dressed for trips to the drinks dispenser in the hall.

(Wedding night gone wrong, I think)

(Wedding night gone wrong, I think)

Honey? I keep hearing strange noises from the room next door.

Honey? I keep hearing strange noises from the room next door.

***

Oggetti smarriti

Un collega ci scrive da Kansas City, nel Kansas:

La gente lascia roba negli alberghi. Impossibile dire se si sono scordati di fare un sopralluogo prima del check-out, o se hanno mollato di proposito i loro effetti personali e privati. 

Gli ospiti a cui manca qualcosa di importante e/o indispensabile scrivono o telefonano alla gestione per farsela spedire, e siamo lieti di eseguire. Quelli che lasciano immagini come queste che ho trovato durante tanti anni di lavoro in albergo e che sono lieto di condividere con i seguaci del mio blog preferito, secondo me provano un brivido segreto pensando a chi le scoprirà. La cameriera? Il cameriere del servizio in camera? Il tecnico dei televisori a circuito chiuso? Gli ospiti che occuperanno la stanza dopo di noi?

“Cosa si immaginerà chiunque vedrà questi sguardi intimi e anonimi nelle nostre vite private?”

Le didascalie sono solo le mie fantasticherie.

Ce l’hai te la crema dopo-sole? Ne avrei bisogno…

Ce l’hai te la crema dopo-sole? Ne avrei bisogno…

Tesoro, dove hai nascosto le mie mutandine trasparenti?

Tesoro, dove hai nascosto le mie mutandine trasparenti?

Amore, andresti giù all’edicola della hall a prendermi il nuovo numero di  Voyeur ?

Amore, andresti giù all’edicola della hall a prendermi il nuovo numero di Voyeur?

Uh, guarda! L’interno dell’armadio è la porta d’entrata per un’altra dimensione.

Uh, guarda! L’interno dell’armadio è la porta d’entrata per un’altra dimensione.

Pronto, la reception? Vorrei che la colazione venisse servita da uno alto, scuro e bello, per favore.

Pronto, la reception? Vorrei che la colazione venisse servita da uno alto, scuro e bello, per favore.

Ora ti faccio vedere io…

Ora ti faccio vedere io…

Urrà! Finalmente un albergo per sole fumatrici esibizioniste!

Urrà! Finalmente un albergo per sole fumatrici esibizioniste!

Pronto, la reception? Fa terribilmente freddo in camera mia. Potrebbe mandare su un tecnico alto, scuro e bello? Grazie!

Pronto, la reception? Fa terribilmente freddo in camera mia. Potrebbe mandare su un tecnico alto, scuro e bello? Grazie!

matthew licht