Una serata con Stanza 251

24 giugno: primo evento dell'estate 2013

Info sulla mostra:

Inaugurazione e aperitivo: lunedì 24 giugno ore 18:30

La mostra è visitabile tutti i lunedì dal 1° al 22 luglio in orario pomeridiano dalle 17 alle 22, o su appuntamento scrivendo a tossich@gmail.com o telefonando al +39 345 3363393 .

Dove:

Azienda Agricola Montestigliano 

Loc. Montestigliano - Fraz. Brenna 53018 Sovicille (SI) Italy

Tel. +39 0577 342189 - Fax: +39 0577 342 100 - info@montestigliano.it

Indicazioni stradali:

Con la macchina si prende la ss223, si percorre la Siena-Grosseto e si esce a 12 km a Sud di Siena. Percorrendola nel senso contrario, da Grosseto verso Siena, si esce a 12 Km dalla città di Siena seguendo le indicazioni per Montestigliano, Brenna e Orgia. Seguendo la strada, per 1.5 km, si arriva al bivio di Montestigliano. Al bivio, si svolta a sinistra, e si imbocca una strada di campagna in salita che, percorrendola per circa 1 km, porta direttamente all’interno del borgo. Parcheggiare sotto il capannone.

 

Gli artisti:

Stefano Loria: fondatore di Stanza 251, Loria è pittore e scrittore. Nel campo delle arti visive è considerato uno dei migliori rappresentanti dell’astrattismo di ultima generazione. 

Francesco Niccolai: fotografo professionista, si è per anni dedicato al ritratto di musicisti jazz e non solo. Negli ultimi tempi ha sviluppato una sua personale serie di foto di paesaggio dalle sfumature imprevedibilmente intime.

Andrew Smaldone: artista americano da anni residente in Italia, Smaldone ha sviluppato una specifica poetica dell’immagine in particolare dipingendo ambienti svuotati della loro funzione originaria, quasi riducendoli a pura geometria e luce. 

Tomoko Sugahara: artista giapponese di rara sensibilità, Sugahara lavora su un’idea di sottile e fragile atmosfera pittorica, producendo sovrapposizioni, talvolta materiche, talvolta cromatiche.

Carlo Zei: anche lui fondatore di Stanza 251, si dedica, oltre che alla scrittura, alla pratica fotografica. Esplora paesaggi con taglio poetico ed ironico per i quali predilige la stampa in bianco e nero come esemplificato dalla serie “Christo on the Beach”.

Matthew Licht: scrittore in bilico tra realismo e paradosso, costruisce avventure animate da intento parodistico ma anche ricche di sfumature esistenziali e sociali. Tutti gli ingredienti della sua narrativa sono conditi da un irresistibile umorismo che rende la lettura particolarmente piacevole. E’ anche un abile lettore dei propri testi.

Marco Shark Naffis: uno dei più brillanti interpreti toscani della chitarra blues e country, Naffis risulta essere un perfetto accompagnatore delle letture di Matthew Licht a cui contribuisce con sonorità incisive e mai scontate.

Stanza 251