Conversazioni naturali - parte seconda

 fotografia di Carlo Zei

fotografia di Carlo Zei

Gli uccelli

Bevendo l'ennesimo
precipitano gli uccelli,
creature senz'ali
lanciate contro la gravità.
Bevendo e bevendo
il bicchiere non si svuota, 
nei bar
negli angoli bui
nelle mani aperte, 
il bicchiere,
il bicchiere non si svuota:
gli uccelli
precipitano giù
senza le loro ali,
creature lanciate
contro la gravità.

 

Le pulci

Circolano senza nome
intorno ai miei piedi
intorno a me,
saltano quando
salti te,
nascondo le mani
dentro al cappotto,
non guardo il mio corpo
cammino storto,
vorrei soltanto
vederli contenti,
invece loro
mi mostrano i denti,
la notte che cala
la notte puttana,
mi sento guardingo
li vedo crudeli,
la bocca aperta
fuggo lontano,
ma il vero problema
è che non tieni
la mia mano.

Lucertole

Queste verdi notti in cui
non è la solita ombra
a inseguirmi,
ma un non so che
incurvato sulle spalle:
i lampioni odiosi
civettano dall'alto,
una superficie
di vetro
sotto il ponte,
le pietre vuote,
le strade fredde,
le luci storte,
scappare a casa
come verdi lucertole
nel proprio certo buco:
mi son strappato cento code
dietro di me.
E poi tu
alla finestra di casa:
forse stanotte
non dormirò nei fossi.

 

Ferruccio Mazzanti

Ferruccio Mazzanti